Skip to Content

"L’uomo senza gravità" di Charles Melman

Segnaliamo la traduzione italiana del libro di Charles Melman

L'uomo senza gravità

 

 

 

 

 

 

È uscito in Italia nelle edizioni di Bruno Mondadori il libro di Charles Melman L’uomo senza gravità.

In un dialogo con Jean Pierre Lebrun, Melman argomenta l’ipotesi che sia in atto una profonda trasformazione dell’economia psichica individuale in relazione con l’affermarsi del discorso liberale e del pensiero scientifico.

La clinica denuncia infatti una particolare difficoltà del soggetto moderno a costituirsi e sostenersi ancora, proprio in quanto soggetto, sul desiderio in rapporto all’oggetto e un’inflessione verso forme di godimento regolate – ma spesso sregolate – dal consumo di oggetti reali che, nella loro disponibilità, mascherano e otturano quella irriducibile mancanza propria agli esseri parlanti.

Il libro ha avuto in Francia una larga diffusione e un grande successo, suscitando un acceso dibattito non solo in campo psicoanalitico, ma anche tra i più importanti rappresentanti della cultura francese, sociologi, filosofi, storici.

Charles Melman, psichiatra e psicoanalista e a Parigi, è stato tra i primi allievi di Jacques Lacan, ed è stato fondatore dell’Association lacanienne internationale a Parigi.

L’edizione italiana con la traduzione di Elena Sormano è stata curata da Costantino Gilardi membro di ALI (Associazione Lacaniana Internazionale) - Torino, che ne ha scritto la postfazione.