Skip to Content

Sandro D’Alessandro

La mattina del 10 ottobre è morto all’improvviso Sandro D’Alessandro, un caro amico e editore di saggi a cura dell’A.L.I. Associazione Lacaniana Internazionale – Milano: "Disagio nella modernità" e "Transfert, oggetto a, identificazione" di Jean-Paul Hiltenbrand. In programma era anche l’uscita a febbraio prossimo di "Oreste, faccia nascosta dell’Edipo" di Jean-Pierre Lebrun, che gli avevamo segnalato e proposto. Sandro D’Alessandro era un editore fine, colto, intelligente, coraggioso e intenso. Intenso e leale nell’amicizia, nel lavoro, nella passione per il suo progetto: una casa editrice indipendente, attenta all’oggi, raffinata, di cui condividiamo con convinzione lo stile. Ricordiamo Sandro D’Alessandro con un sentimento di riconoscenza affettuosa e ci auguriamo che Et/Al, la sua casa editrice, possa continuare a vivere e a crescere esattamente come lui l’aveva impostata. È il nostro augurio e il nostro desiderio. Marisa Fiumanò